Categorie
Tecniche di acquisizione

Come bilanciare una montatura equatoriale

Il primo passo nella preparazione di una sessione di astrofotografia è bilanciare e fare la messa in stazione della propria montatura equatoriale. Questo passaggio è estremamente importante, poiché da qui parte ogni foto astronomica fatta bene!

Spesso questi passaggi vengono sottovalutati e si commettono errori che vanno a pregiudicare soprattutto l’inseguimento del nostro bersaglio, cosa fondamentale per chi fa deep sky e pose lunghe.

In questo video del mio canale YouTube vi spiego cos’è una montatura equatoriale, come funziona e come fare il bilanciamento degli assi di declinazione ed ascensione retta. Questo video fa parte di una playlist più ampia volta all’ottenimento di una guida perfetta. 🙂

Una montatura equatoriale motorizzata è fondamentale per fare astrofotografia con lunghe esposizioni e andare oltre i limiti della regola del 600.

I 10 step per bilanciare una montatura equatoriale

Tempo richiesto: 30 minuti.

Ecco i passaggi da seguire in ordine cronologico per montare e bilanciare la propria montatura equatoriale.

  1. Posizionate il treppiede

    Orientate il treppiede in maniera tale che il perno, solitamente nero e che va dentro la montatura, sia orientato quanto più possibile verso nord. Non deve essere ultra preciso, ma quanto più possibile.

  2. Montate la ruota porta oculari

    Svitate la rotellina nera che si trova sulla vita che si trova nella base del treppiede e scende verso il basso. Installate il porta-oculari poiché questo serve anche se non usate gli oculari, perché terrà le gambe del treppiede ben divaricate!

  3. Inserite la montatura sul treppiede

    Prendete la vostra montatura e sistematela sul treppiede facendo sì che il perno si inserisca nello spazio situato tra le due manopole azimutali poste frontalmente. Una volta inserita avvitate a fondo nella montatura la vite situata nella parte sottostante la base del treppiede. Non dimenticatevi assolutamente questo passaggio, altrimenti appena caricherete la montatura di peso, questa cadrà di lato dando vita ad un disastro di dimensioni epocali!

  4. Mettete il sistema in bolla

    E’ di vitale importanza che il treppiede sia in bolla, altrimenti l’intero sistema sarà ruotato rispetto al sistema celeste, con la conseguenza che avrete problemi molto seri con il puntamento e la guida. La maggior parte delle montature equatoriali ha una livella installata sulla parte esterna.

  5. Posizionate i contrappesi sull’apposita barra

    Prima di mettere il tubo sulla montatura è fondamentale sistemare i contrappesi, altrimenti le frizioni della montatura potrebbero cedere col peso del tubo. Il risultato sarebbe anche qui disastroso, credetemi. Posizionate il contrappeso nel punto più basso possibile della barra in modo tale che eserciti la massima forza per quando piazzerete il telescopio. Stringete bene la vite ancorando saldamente il contrappeso alla barra.

  6. Montate il telescopio con la barra installata

    Assicuratevi che le frizioni siano chiuse e la montatura non si muova. Fate scivolare la barra con il vostro telescopio nella morsa che si trova nella parte alta della montatura in maniera tale che il centro di massa sia più o meno al centro della morsa, non è necessario che sia precisissimo. Stringete molto bene le viti della testa della montatura per far fare bene presa sulla barra ed evitare che il tubo scivoli via. Anche qui non è necessaria una forza sovrumana, non stringete troppo o potreste aver problemi a smontarla successivamente. 🙂

  7. Montate il resto dell’attrezzatura

    La montatura va bilanciata a pieno carico, quindi aggiungete la vostra camera di acquisizione, tubo di guida, camera di guida, fasce anticondensa, focheggiatore elettronico e tutto il resto.

  8. Bilanciate in declinazione

    Sganciate la frizione della declinazione che si trova nella parte alta della montatura, dove avete stretto la morsa. Accompagnate delicatamente il vostro telescopio in posizione ortogonale rispetto alla montatura, ruotandolo di 90 gradi. E’ indifferente la direzione di rotazione. Lasciate la presa tenendo le mani comunque vicine al tubo e vedete verso dove ruota il telescopio. Se rimane perfettamente in posizione avete il tubo bilanciato, altrimenti se pende verso un lato, allentate lentamente le viti della morsa tenendo sempre il telescopio a portata di mano. Fate scivolare la barra nella direzione opposta a dove pende il tubo fino a raggiungere il punto di equilibrio.
    Una volta raggiunto, rimettete il telescopio nella posizione iniziale, ovvero che punti verso nord. Questa si chiama posizione di parcheggio ed è la posizione dal quale dovrà partire sempre la vostra montatura prima di essere accesa per l’uso.

  9. Bilanciate in ascensione retta

    Aprite la frizione dell’ascensione retta che solitamente si trova più in basso, sul corpo della montatura. Ruotate questa volta verso destra o sinistra di 90 gradi la montatura, accompagnandola gentilmente.
    Anche qui volete che il tutto rimanga bilanciato quando l’asse della montatura è parallelo a quello del terreno e per farlo dovrete muovere il contrappeso in alto o in basso. Nel caso in cui pur essendo a fine corsa della barra la montatura pende verso il peso del telescopio, avrete bisogno di più contrappesi. Viceversa se anche mettendo il contrappeso tutto in alto la montatura pende verso questo, avrete bisogno di un contrappeso più leggero.

  10. Rimettete la montatura in posizione di parcheggio

    Complimenti! Se avete fatto tutto secondo le istruzioni, la vostra montatura è ora bilanciata e pronta per il prossimo step!

Come smontare una montatura equatoriale?

Per smontare invece il tutto basta procedere esattamente al contrario, ovviamente potete omettere i passaggi relativi al bilanciamento in declinazione ed ascensione retta. 🙂

Conclusione

Nei prossimi articoli vedremo come fare la seconda parte dello stazionamento, ovvero l’allineamento polare e l’allineamento a tre stelle.

Con il tempo imparerete a conoscere la vostra attrezzatura e bilanciare sarà un gioco da ragazzi. Se può essere d’aiuto segnatevi le posizioni di contrappesi e barra del telescopio sulla vostra montatura in maniera tale da avere dei punti di riferimento quando ripetete questa procedura all’inizio di ogni sessione.

Cieli sereni!

2 risposte su “Come bilanciare una montatura equatoriale”

Sintentico ed estremamente efficace.
Se posso approfittare:
Mi chiamo Massimo De Camillis, vivo a Roma.
Da qualche tempo seguo le pillole con attenzione perché preziose e difficile da trovare simili della stessa “sostanza”.
Volevo chiedere solo alcuni suggerimenti per me se possibile.
Posseggo un Meade 12”. Lunga storia. Purtroppo ho una montatura mediocre. Altazimutale ed equatoriale LX80.
Vorrei affacciarmi alla fotografia e mi sto industriando.
Ho una ASI ZWO 183 MC ( NON la pro e non raffreddata).
Ho anche una Nikon 5100 che vorrei modificare per fare delle foto più semplici muovendomi in viaggio solo con camera e obiettivo.

Quindi solo alcune domande:
Quale software post produzione mi consiglia? Affinity photo che e’ più generale ma anche astro?
Lei conosce la LX80. Pensa che funzionerà con le pose lunghe se seguo un buon allineamento. Ho solo il problem che dal terrazzo non vedo la polare. Ma forse con un allineamento accurato a 3 stelle potrei farcela comunque. Suo suggerimento?
Consiglia infine la modifica della reflex? Ripaga con foto solo camera e obiettivo?
Grazie infinite

Ciao Massimo! Credo che il posto migliore per rispondere a tutte queste domande, che necessiterebbero diversi approfondimenti, le trovi sul mio canale YouTube. 🙂 Ci sono molti video dedicati alle tematiche da te riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *